Home > Oculistica > Interventi chirurgici > Glaucoma cronico

Glaucoma cronico

  • TRABECULOPLASTICA LASER SELETTIVA (SLT) Un altro tipo di intervento, praticato dal 1991. È un intervento non penetrante, sviluppato negli ultimi vent’anni da Dott. Robert Stegmann per evitare le complicanze che può comportare la trabeculectomia. Consiste nel rimuovere la parete esteriore del canale di Schlemm, “pulire” la membrana interiore e ripristinare così una via fisiologica di deflusso all’umor acqueo che fuoriesce attraverso il canale di Schlemm ed entra nella circolazione venosa. Spesso le vie ripristinate chirurgicamente si chiudono a causa della loro posizione che è tra il canale di Schlemm e la ferita dove ci sono anche molti mediatori dell’infiammazione e fibrina. Comunque, la viscocanalostomia è il metodo più frequentemente utilizzato nel trattamento del glaucoma cronico nel nostro centro.
     
  • TRABECULECTOMIA è un intervento classico per curare il glaucoma. Prevede la creazione di un piccolo tramite per consentire la fuoriuscita dell’umor acqueo dall’interno dell’occhio nella vescicola sotto la congiuntiva e di entrare nella circolazione venosa.

    Il 75% dei pazienti trattati mantiene la pressione intraoculare normale per 5 anni. A causa della cicatrizzazione nella parte sclerale è possibile che la pressione aumenti dopo l’intervento. Si tratta di un intervento penetrante durante il quale la pressione abbassa velocemente e questo può provocare numerose complicazioni (emorragie della camera anteriore, camera anteriore di minor volume, cataratta, distacco della retina, endoflamite, edema maculare, ecc). A causa della vescicola filtrante, le complicazioni possono insorgere anche più tardi (congiuntivite parziale o cronica, endoftalmite tardia, ecc). Questo metodo viene normalmente eseguito nel nostro centro quando la trabeculoplastica e la viscocanalostomia falliscono.
     
  • IMPIANTI DRENANTI (Baerveldt, Molteno, Ahmed)Nel glaucoma avanzato o quando le terapie usuali falliscono la terapia più indicata è quella con impianto di valvole drenanti. Si tratta di inserire nell’occhio un tubicino sottile in silicone che consente all’umor acqueo di fuoriuscire dalla camera oculare anteriore nella vescicola sotto la congiuntiva.
     
  • DISTRUZIONE DEL CORPO CILIARE Il metodo utilizzato per le forme più acute del glaucoma e quando le altre terapie falliscono e non riescono a controllare la pressione intraoculare. La pressione intraoculare viene così abbassata con la distruzione del corpo ciliare nel quale si produce l’ umor acqueo.