Home > Oculistica > Interventi chirurgici > Annulamento della diottria

Annulamento della diottria

Esistono più tipi di difetti visivi dell’occhio tra quali miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia i quali possono oggi essere corretti con varie tecniche chirurgiche. La chirurgia refrattiva consente di ottenere una visione acuta e nitida senza il bisogno di occhiali o lenti a contatto.

L'intervento refrattivo soppratutto nei casi della miopia e ipermetropia può essere eseguito con il laser. Si tratta di interventi effettuati sulla superficie o più in profondità della cornea. In caso dell'astigmatismo regolare vengono di solito praticati metodi che comprendono un'incisione sulla periferia della cornea (LRI – incisione rilassante limbare e AK – cheratotomia astigmatica). Per correzione della miopia elevata, ipermetropia elevata e presbiopia inseriamo le lenti intraoculati fachiche oppure le lenti intraoculari multifocali nonche' combiniamo le varie tecniche chirurgiche. I nostri medici sviluppano e eseguono varie tecniche della chirurgia refrattiva da oltre 20 anni.


Prima di ogni intervento refrattivo è necessario un controllo preciso dallo specialista. Solo un oftalmologo, specializzato in chirurgia rifrattiva, può decidere se l’intervento è adatto al paziente e scegliere il metodo più idoneo.


INTERVENTO LASER PER CORREZIONE DEI DIFETTI VISIVI

 

Che cos’e’?
E’ un intervento con il laser ad eccimeri praticato già da decenni. Ne esistono varie tecniche. Più di 50 milioni di pazienti in tutto il mondo ha gia' scelto di farsi correggere la vista con un intervento laser. I dati statistici mostrano che il 98% dei pazienti operati per ipermetropia dopo l’intervento non ha piu' bisogno di occhiali. Questi interventi sono sicuri e garantiscono un’acutezza visiva a lungo termine.
Siamo molto orgogliosi perché possiamo offrire ai nostri pazienti il ​​migliore sistema laser per gli interventi refrattivi nel mondo: SCHWIND AMARIS 1050RS Black Limited Edition.
Il sistema laser Amaris che lo utilizziamo per la chirurgia corneale refrattiva e terapeutica grazie alle sue innovazioni tecnologiche, assicura la migliore performance sul mercato nel campo di chirurgia refrattiva.

 

Chi è il candidato idoneo?
L'intervento è adatto a tutti le persone miope oppure che hanno ipermetropia e che mantengono una diottria stabile per almeno 2 anni. La decisione finale viene presa dal oftalmologo durante il controllo.

 

Il procedimento dell'intervento

 

ESAME PREOPERATORIO (durata fino a 1 ora, prezzo 40 Eur)

Si controlla dettagliatamente gli occhi e il fondo oculare per poter escludere la presenza di eventuali malattie o difetti oculari non compatibili con l’intervento a laser. In seguito si effettua tutte le misurazioni necessarie per la realizzazione dell’intervento. In base a questi e alle aspettative del paziente si consiglia il trattamento laser o la combinazione di differenti metodi più adatti al paziente, descrivendo precisamente il procedimento.

INTERVENTO LASER (durata di 15 min, prezzo 750 Eur per ciascun occhio)

Questo procedimento è completamente indolore. Il paziente si corica sotto il laser il quale con degli impulsi inizia il processo chirurgico per conseguire l’elliminazione dei difetti visivi. In questo modo si modifica il raggio della curvatura corneale. Il laser è un’apparecchiatura ad alta tecnologia che funziona in un modo molto preciso e sicuro. Dopo l’intervento, al paziente vengono prescritti farmaci con tutte le istruzioni necessarie. In caso di eventuali problemi siamo a disposizione del paziente al nostro numero di telefono sempre raggiungibile.

VISITE DI CONTROLLO (di solito 2 visite di controllo sono incluse nel prezzo dell'intervento, con la scadenza di 1 anno)

La prima visita di controllo viene effettuata il terzo giorno dopo l’intervento di superficie (PRK) oppure un giorno dopo l’intervento di un'ablazione più profonda (LASIK). Il primo giorno dopo l'intervento bisogna evitare sforzi eccessivi, non guardare televisione, non leggere a lungo e non lavorare al computer. È possibile che si avverte dolore, ipersensibilità alla luce e abbagliamento oppure la lacrimazione. Ulteriori informazioni sulle tecniche e sulle loro caratteristiche potete trovare nella tabella sotto.

 
  Le tecniche di superficie (PRK, LASEK,...) Ablazioni più profonde (LASIK, SBK, ... )
Vantaggi

Si mantiene la stabilità biomeccanica della cornea e, creando il foro corneale, si evita eventuali complicazioni. Le tecniche di superficie sono specialmente consigliate alle persone con la cornea sottile la quale potrebbe ancora assottigliarsi con il creare del foro corneale. Se le consiglia anche alle persone con occhi secchi, agli sportivi, ai militari, ai vigili del fuoco, ai poliziotti e a tutti quelli che svolgono lavori che comportano la possibilità di lesioni al foro dopo aver subito un intervento di ablazione profonda (LASIK).

 

Recupero veloce, normale acutezza visiva già il primo giorno. Assenza di dolore dopo l'operazione.
Svantaggi Lento recupero dell'acutezza visiva (in una o due settimane). La cicatrizzazione dell'epitelio è accompagnata da bruciore che dura per circa due giorni o dolore (ne soffre meno del 10% dei pazienti). Occhio secco. Bassa durezza biomeccanica della cornea e complicazioni in caso della lesione del foro. Possibilità’ delle infiammazioni (DLK), piu’ possibilità di ricomparsa dell’effetto alone.

 

Quando un intervento laser per l'elliminazione dei difetti visivi non è possibile?
In caso di diottrie elevate (la diottria viene controllata dal chirurgo), cornea sottile, presenza di cheratocono sono più adeguate altre tecniche operative, specialmente quelle che prevedono l'inserimento di una lente oculare. Gli interventi non si effettuano in caso di malattie e altri difetti oculari.

 

L'INTERVENTO AK (LRI)-CHERATOTOMIA ASTIGMATICA

 

Cos’è l’AK?
È una tecnica chirurgica dedicata alle operazioni dell’astigmatismo regolare.

 

Chi è il candidato idoneo?
I pazienti con astigmatismo regolare.

 

Il procedimento

ESAME PREOPERATORIO (durata di 1 ora, prezzo 40 Eur)

Si controlla dettagliatamente gli occhi e il fondo oculare per poter escludere la presenza di eventuali malattie o difetti oculari non compatibili con la tecnica AK. In seguito si effettua tutte le misurazioni necessarie per la sua realizzazione. In base a queste verrà presentato al paziente il procedimento dell’intervento.

INTERVENTO CHIRURGICO (della durata di 15 minuti, prezzo 250 Eur per ciascun occhio)

L’intervento dura 15 minuti ed è indolore. Il paziente si corica, il chirurgo gli instilla anestesia in gocce per fissare l’occhio e misurare la lunghezza e la direzione necessaria per l’incisione. Con un bisturi con lama di diamante esegue sulla periferia della cornea incisioni di 600 microni di profondità. La lunghezza delle incisioni dipende dall’età del paziente e dalla gravità dell’astigmatismo. Dopo l’intervento l’occhio viene coperto con un bendaggio che deve essere tenuto durante la notte. Il giorno dopo si nota già un recupero visivo. Il paziente riceve farmaci con istruzioni. In caso di eventuali problemi siamo a disposizione del paziente al nostro numero di telefono.

VISITA DI CONTROLLO (di solito 2 visite di controllo sono incluse nel prezzo dell'intervento, con la scadenza di 1 anno)

La prima visita di controllo viene effettuata uno o due giorni dopo l’intervento. I primi giorni dopo l’intervento si consiglia di evitare sforzi eccessivi, strofinamento e lavaggio degli occhi (almeno due giorni dopo l’intervento). Le difficoltà che possono apparire nel post-operatorio sono sensazione di sabbia, abbagliamento e lacrimazione.

 

Quando l’intervento per annullare l’astigmatismo non è adatto?

Se sono presenti altri disturbi di vista oppure astigmatismo irregolare, malattie o difetti oculari.

 

CORREZIONE DELLE DIOTTRIE ALTE E PRESBIOPIA CON INSERIMENTO DI LENTI INTRAOCULARI

 

Cosa significa l’inserimento di una lente intraoculare multifocale? 
Con questo intervento il paziente ha un recupero visivo completo, a tutte le distanze e senza il bisogno di occhiali ne per vicino ne per lontano. Lo stesso intervento può essere effettuato anche durante le operazioni di cataratta se il paziente decide di scegliere la lente multifocale invece della lente intraoculare classica (monofocale). Le lenti intraoculari sono prodotte in materiale biocompatibile che si usa gia da 50 anni nella chirurgia della cataratta ed è ben tollerato dagli occhi.

 

Chi è il candidato idoneo?
L’intervento è adatto a tutti quelli con la diottria elevata o con la presbiopia e hanno bisogno di occhiali per la lettura. L’intervento che comporta l’inserimento di una lente multifocale può essere realizzato anche sui pazienti che devono subire un’operazione della cataratta. Con le lenti multifocali si annulla in una sola volta la presbiopia, miopia, ipermetropia e astigmatismo. Prima dell’intervento è necessario fare un esame oculistico completo da un oculista.

 

Il procedimento dell’intervento

ESAME PREOPERATORIO ( durata di 1 ora, prezzo 40 Eur)

Si controlla dettagliatamente gli occhi e il fondo oculare per poter escludere la presenza di eventuali malattie o difetti oculari non compatibili con l’inserimento delle lenti multifocali. In seguito si effettua tutte le misurazioni necessarie per la sua realizzazione (calculazione della diottria delle lenti correttive, l’analisi wavefront per misurare le caratteristiche ottiche e scegliere la lente multifocale giusta). Tutte le lenti vengono ordinate e fabbricate individualmente. In base ai risultati delle analisi e alle aspettative del paziente verrà consigliato il tipo di lenti più adeguato.

INTERVENTO CHIRURGICO (durata 15 minuti, prezzo dipende dal tipo della lente e varia da 900 a 1600 Eur per ciascun occhio)

L’intervento dura 15 minuti ed è di tipo ambulatoriale, in anestesia locale. È indolore e se lo esegue su entrambi gli occhi. Il paziente si corica e il chirurgo tramite un’incezione di 2,5 milimetri asporta le lente naturale e la cambia con una lente artificiale multifocale. Il paziente riceve farmaci con istruzioni. In caso di eventuali problemi siamo a disposizione del paziente al nostro numero di telefono.

VISITE DI CONTROLLO (incluse nel prezzo dell’intervento e valide per un mese)

La prima visita di controllo viene fatta il giorno dopo l’intervento quando la visione è di solito già normalizzata. Tuttavia, con la lente multifocale bisogna abituarsi alla vista di vicino il che può durare un paio di giorni. Si consiglia di evitare sforzi eccessivi, strofinamento e lavaggio degli occhi per almeno due giorni dopo l’intervento. È possibile che si è un po’ sensibili alla luce. La seconda visita di controllo si effettua ad intervallo di tre o quattro settimane.

 

Quando l’intervento con la lente intraoculare non è raccomandabile?

Gli interventi non sono raccomandabili in casi di malattie e altre modificazioni oculari.